Nel precedente articolo abbiamo visto i principali motivi per cui le app PWA potranno essere il futuro di questo mercato. Infatti, diversamente dal mercato delle applicazioni tradizionali, le PWA rappresentano un ibrido che ben si sposa con il web moderno. Ma scopriamo perché.

App tradizionali vs PWA

Indipendentemente dal linguaggio utilizzato per la realizzazione di un’app nativa, come Android o iOS, la stessa viene fisicamente installata nel dispositivo. Questo comporta due principali aspetti. Il primo legato alla memoria che l’applicazione andrà ad occupare nello spazio del dispositivo. Il secondo, invece, riguarda il tipo di dispositivo. Un’app sviluppata per iOS ha gioco facile in quanto i modelli in commercio sono circoscritti ad una dozzina di modelli per volta, prima di essere etichettati come “vintage”.

I dispositivi che usano Android, invece, sono migliaia. Alcuni di essi con versioni fuori supporto. Il che rappresenta un problema. Immaginiamo un’app installata su un vecchio dispositivo con una versione non più supportata di Android. Se la stessa non dovesse funzionare a dovere, la percezione dell’utente sarà di attribuire allo sviluppatore dell’app il problema. Ma soprattutto, a causa di dispositivi datati o con insufficiente memoria, si potrebbero perdere gli ultimi aggiornamenti. 

Diversamente, le PWA sono sviluppate e caricate come normali pagine web. Infatti sfruttano le principali tecnologie web come HTML, CSS, framework basati su JavaScript come React, Polymer, Angular, Ionic oppure tramite il progetto AMP (Accelerated Mobile Pages).

PWA Schema

Come funzionano

Le PWA per funzionare sfruttano i Service workers. Una sorta di script che il browser esegue in svariati modi. Ad esempio in background per utilizzare funzioni come le notifiche push, la sincronizzazione periodica o servizi di geolocalizzazione. Oppure per far funzionare l’applicazione offline, in mancanza di connessione o con connessioni a bassa qualità.

Tecnicamente il loro comportamento è del tutto simile alle applicazioni tradizionali su un dispositivo mobile portando una serie di benefici. Ad esempio elimina il problema degli aggiornamenti dell’app in quanto sarà sempre aggiornata all’avvio e sicura grazie all’utilizzo del protocollo HTTPS. Evitando che la connessione esponga informazioni o che i contenuti vengano alterati.

Sviluppate tramite HTML e CSS, le app PWA vengono disegnate sin dal principio rispettando i principi del design di tipo responsive. Adattandosi su qualunque tipo di dispositivo ed eliminando tutte le problematiche relative a schermi con dimensioni standard. 

Infine, le PWA possono essere facilmente installabili sia tramite link diretto che tramite browser visitando il sito dell’app. Oppure tramite gli store ufficiali come Play di Google e presto anche tramite Apple Store.

 

Per approfondimenti: Progressive Web Apps