Sono trascorsi diversi mesi da quando Google ha cambiato nome a quelli che erano noti a tutti come gli Strumenti per i Webmaster a favore della Search Console. Probabilmente il nuovo nome avrà l’ambizione di avvicinare con meno “timore” ad addetti ai lavori che non si riconoscono propriamente con il termine Webmaster.

Che sia questa la ragione o meno, il team della Search Console sta potenziando gli strumenti come mai accaduto in passato. Nei giorni scorsi, infatti, Hillel Maoz del Search Console Team, tramite un post apparso sul blog ufficiale dei Webmaster, ha annunciato una serie di nuove funzionalità che vedranno la luce nel corso di quest’anno.

La prima novità riguarda la  funzionalità gli errori di scansione disponibili nel nuovo rapporto sulla copertura dell’indice. Lo stesso Maoz afferma che portando l’attenzione sui problemi e sui modelli utilizzati per l’indicizzazione del sito, si ritiene che con questa nuova funzionalità i proprietari del sito saranno in grado di trovare e risolvere i problemi molto più velocemente e, aggiunge, quando i problemi vengono risolti, anche richiedere la rielaborazione avverrà rapidamente.

Novità anche per i dati delle Sitemap inclusi nella Copertura dell’indice. Il nuovo rapporto sulle Sitemap, che sta gradualmente sostituendo il precedente strumento, ha la maggior parte delle funzionalità del vecchio rapporto e sembrerebbe che in casa Google stiano mirando a portare il resto delle informazioni, in particolare per immagini e video, nei nuovi rapporti della Sitemap.

Particolare attenzione al nuovo strumento di Controllo degli URL. Questo strumento offrirà diverse modalità per controllare e rivedere gli URL sui siti web. Tale strumento fornisce sia uno sguardo sull’indicizzazione corrente che un controllo in tempo reale degli URL modificati di recente. Il Controllo degli URL, inoltre, mostra più informazioni sugli URL, come le intestazioni HTTP, la risorsa della pagina, il log della console JavaScript e uno screenshot della pagina. 

In ultimo, almeno per quanto concerne questo articolo, la Search Console rileverà errori di sintassi durante l’analisi dei dati strutturati su una pagina web e gli stessi verranno segnalati in forma aggregata per assicurarsi di non perdere nulla di critico.

Insomma, sembra prospettarsi un 2019 interessante dal punto di vista degli aggiornamenti in casa Google.