Url canonici come soluzione per unificare tutti i dati relativi ad una pagina web verificata in più versioni all’interno della Search Console. Sembra essere questa la via intrapresa da Google, almeno stando a quanto pubblicato nell’ultimo post del blog ufficiale Google Search Central. Ma vediamo nello specifico quali saranno i principali cambiamenti.

Allo stato attuale, il rapporto sul rendimento e’ riferito all’URL esatto a cui l’utente fa riferimento dalla Ricerca Google. Il che rende più difficile la gestione della proprietà in quanto se il sito avesse versioni dedicate per dispositivi mobili e desktop su proprietà diverse, occorrerebbe consultare le singole proprietà per analizzare tutti i dati di ricerca per lo stesso contenuto.

Per unificare questi dati, la Search Console inizierà ad assegnare metriche di ricerca all’URL canonico (selezionato da Google), anziché all’URL a cui fa riferimento la Ricerca Google. 

Secondo il team di sviluppo della Search Console, questa modifica porterà alcuni vantaggi:

  • Unificare tutte le metriche di ricerca per un singolo contenuto in un unico URL canonico per avere una panoramica completa del contenuto in una proprietà.
  • I siti che offrono pagine diverse per dispositivi mobili o AMP separate, unifica tutti i dati in una singola proprietà, la proprietà “canonica”.
  • Migliorare l’usabilità dei rapporti AMP e Mobile-Friendly. Dopo questa modifica della Search Console, infatti, le impressioni e i problemi legati alle varie url corrispondenti verranno visualizzati nella stessa proprietà.

Il Team si sviluppo della Search Console conta di unificare  i dati sulle prestazioni il 10 aprile 2019. Ma, al fine di fornire continuità al servizio degli ex Strumenti per i Webmaster, tutti i dati verranno pre-popolati e unificati i soli dati raccolti a partire da gennaio 2018.

Nel periodo di transizione, sarà possibile consultare entrambe le versioni per alcune settimane durante la transizione per testare l’impatto che avrà tra gli utenti, comprendere le differenze e raccogliere feedback.

Il cambio coinvolgerà anche gli utenti del prodotto Data Studio e per chi avesse integrato le API di Search Console. L’aggiornamento avverrà il 10 aprile 2019.

Per maggiori informazioni, su come prepararsi a questo cambiamento, si consiglia di consultare il post ufficiale, https://developers.google.com/search/blog/2019/02/consolidating-your-website-traffic-on