Spesso in questa serie di articoli dedicati allo sviluppo delle nozioni combinate tra digital marketing e nuove tecnologie, abbiamo ribadito come molti prodotti o servizi evolvano rapidamente. Seguirne l’evoluzione spesso rappresenta nuove opportunità per chi opera sul web.

A tal proposito uno degli argomenti che stiamo seguendo da diversi mesi, sono i dati strutturati. In un precedente articolo abbiamo visto come l’integrazione di specifici vocaboli all’interno di un sito internet, permetterebbe di evidenziare nei risultati di ricerca contenuti relativi a guide oppure domande e risposte. 

In questo articolo, invece, vogliamo portare all’attenzione del lettore una nuova proprietà che il motore di ricerca Google ha iniziato a supportare per altre lingue e mercati. Il markup Eventi.

Quali Opportunità dallo schema Event

Integrando il markup eventi sarà possibile fare in modo che i propri eventi possono apparire su Google fornendo i dati direttamente dal sito internet. Questa operazione faciliterebbe agli utenti non solo la scoperta, ma anche la partecipazione agli eventi tramite i risultati della Ricerca Google o Google Maps.

Nell’immagine che segue, sono riportati tre esempi di risultati dedicati agli eventi divisi in lista, scheda evento e acquisto.

immagine risultati Event

Un case-study ha dimostrato come il noto sito internet di condivisione degli eventi, Eventbrite, abbia aumentato del 100% il traffico a seguito dell’integrazione dei dati strutturati Event.

Indubbiamente apparire su Google per ricerche locali specifiche, aumenta le probabilità di conversione.

Come integrare i dati strutturati Event

Come sempre, il metodo migliore per integrare i dati strutturati e’ di intervenire direttamente sul codice. Diversamente, Google dichiara di essere in grado anche di riconoscere eventi pubblicati su piattaforme terze. A patto che le stesse siano in grado di fornire compatibilità completa con le specifiche tecniche del motore.

Per approfondimenti: